Podcast

Perché Non Dovresti Vendere Online

by Tatiana

Podcast

Perché Non Dovresti Vendere Online

By Tatiana

Non si può trasformare qualunque attività in un ecommerce profittevole. Non tutto può essere venduto online. Vendere online non è per tutti. La realtà è questa. La pandemia globale ci ha costretto a chiudere i nostri negozi, aprire i computer e capire come fronteggiare la diminuzione di entrate. Ma un’attività di vendita online non è qualcosa che può salvare le imprese dal fallimento. Non è una scorciatoia per arrivare al consumatore. Vendere online è come gestire qualunque attività imprenditoriale. Ci vuole una strategia concreta, preparazione ed investimento.  Aprire un sito ecommerce è facile, lo possono fare tutti. Vendere online, avere un’attività profittevole online è tutta un altra cosa.

Vorreste sapere come aprire e gestire un ecommerce in maniera intelligente? Ne ho parlato in questa puntata del podcast Ecommerce Masterclass.

#026: Perché NON dovreste vendere online.

Non si può trasformare qualunque attività in un ecommerce profittevole. Non tutto può essere venduto online. Vendere online non è per tutti. Si è così. Pensare che un negozio di quartiere, un negozietto di occhiali, per esempio,  può aprire un sito ecommerce e spaccare con la propria offerta è impensabile. Questa è la pura ignoranza digitale. 

Zappos, il famoso store di scarpe americano, fondato nel 1999, era il primo a vendere le scarpe online. Non esiste più il concetto di essere i primi a vendere qualcosa. Siamo nel 2021, ci sono migliaia di negozi che vendono le stesse identiche cose, c’è luxottica con la selezione di negozi online e tante altre marche o start up emergenti. 

Qualcuno mi dirà, ma io apro il negozio online e vendo ai miei clienti attuali. Ma i vostri clienti ne hanno bisogno? Perché dovrei comprare online e aspettare due giorni se posso uscire di casa e comprarlo subito? Guardate che anche il Covid finirà un giorno. Si comprerà sempre di più online ma ciò che posso comprare nel negozio qui sotto casa lo comprerò nel negozio. Aprire un sito ecommerce è facile, lo possono fare tutti. Vendere online, avere un’attività profittevole online è tutta un altra cosa. 

Sigla

Intanto vorrei ringraziare lo sponsor di questa puntata, packhelp. 

Su packhelp puoi acquistare gli imballaggi e scatole personalizzabili con il tuo design. Puoi ordinare anche le piccole quantità,  a partire dai 30 pezzi, caricare il tuo design o crearne uno nuovo direttamente in piattaforma e ricevere le tue scattole brandizzate entro 14 giorni. Non c’è una seconda chance per fare una buona prima impressione. Per ordinare le vostre scatole personalizzabili potete andare su 123ecommerce.net/packhelp 

Tutti i link elencati durante la puntata sono disponibili sul sito 123ecommerce.net, puntata numero 26.  

https://123ecommerce.net/packhelp

Torniamo al nostro argomento di oggi. Non tutto può essere venduto online. Adesso, c’è l’euforia dell’ecommerce. Tutti vogliono vendere online a tutti i costi. Ok, adesso siamo in zona rossa, i negozi sono chiusi, qualcuno vuole recuperare le vendite perse. Però attenzione, vendere online è una scelta, è un business da sviluppare da zero, con tanto di investimento, conoscenza e strategia. 

Ci sono alcuni casi in cui non dovreste vendere online. Ne sono convinta. 

Il primo, il negozio di quartiere può aprire un sito ecommerce ma non può competere con i grandi brand che sono presenti lì già da anni. Aprire un ecommerce è come aprire un negozio in una via sconosciuta dove nessuno passa. Dovresti far conoscere questa via alle persone e convincere di passare da li. Altrimenti è tutto invano. UN negozietto che si mette là a vendere le cose così è difficile che possa diventare un’attività profittevole senza una strategia chiara di business, senza una chiara strategia di vendita. 

Seconda cosa, avere un sito ecommerce è avere un costo. E un costo che se non è giustificabile con le entrate che porta non ha senso. Adesso finito il covid, la gente si tranquillizza un’attimo, a molte attività rimane solo un costo. Invece le altre che non hanno solo tappato il buco nel bilancio ma hanno approcciato l’ecommerce con una strategia chiara di business, hanno sviluppato una unique selling proposition, hanno valutato il panorama competitivo, i lati forti e deboli dei propri prodotti, sicuramente hanno delle buone probabilità di rimanere anche nel futuro. 

Quindi prima di avviare un’attività di vendita online serve una strategia chiara. Se hai un negozio fisico magari portare i tuoi prodotti online così come sono nel negozio non ha senso? Magari  bisogna ridurre il catalogo online a  10  prodotti, creare un ecommerce con le iscrizioni in abbonamento, offrire qualcosa che possa fare la differenza insomma.  

Quindi, se sei un negozio di quartiere, un artigiano o un commerciante e vuoi vendere online fatti due domande. Perché dovrebbero comprare da te? Come sei diverso dalla concorrenza? Sai, online la concorrenza è globale, se non sei il migliore, non sei nessuno. 

Prima avevo detto che un ecommerce è un costo. Si lo è. Magari non troppo alto, se non avete molti prodotti, ma lo è. Un sito che sta lì e non rende come dovrebbe è un costo. Se non avete i soldi da investire nel promuovere la vostra attività per fare l’advertising, costruire l’audience. Proprio è meglio lasciar  perdere. Aprire il negozio online e poi sperare che qualcosa succeda non ha senso. Non ascoltate chi vi dirà “Ma adesso facciamo le attività per generare il traffico organico (cioè gratuito)”.  Non, non esiste. Sono tutte bugie. Nessuna attività seria può sopravvivere sperando nel traffico organico. Il traffico organico può essere un'opzione ma non la unica opzione. Serve un piano di investimento concreto e di ritorno su investimento.  Quindi per riassumerò, se non avete il budget per adv lasciate perdere, non aprite niente. 

Se non avete una strategia chiara di business, di quello che volete fare, se non avete fatto un'analisi competitiva, se il vostro prodotto non risolve un problema o un bisogno,se non sapete chi sono i vostri clienti e come comunicare con loro, quanto costa comunicare con loro.  Fermatevi. Non fate niente. Non aprite un’attività di vendita online finché questa cose non vi saranno chiare. 

Per oggi è tutto. Vi aspetto settimana prossima. 

Non vi scordate di iscrivervi al podcast Ecommerce Masterclass per ricevere gli aggiornamenti sull’uscita delle nuove puntate e si vi piace quello che state ascoltando lasciatemi una recensione a 5 stelle su Apple Podcasts. 

Grazie, ciao ciao!

SPONSOR DI QUESTA PUNTATA

Non si può trasformare qualunque attività in un ecommerce profittevole. Non tutto può essere venduto online. Vendere online non è per tutti. La realtà è questa. La pandemia globale ci ha costretto a chiudere i nostri negozi, aprire i computer e capire come fronteggiare la diminuzione di entrate. Ma un’attività di vendita online non è qualcosa che può salvare le imprese dal fallimento. Non è una scorciatoia per arrivare al consumatore. Vendere online è come gestire qualunque attività imprenditoriale. Ci vuole una strategia concreta, preparazione ed investimento.  Aprire un sito ecommerce è facile, lo possono fare tutti. Vendere online, avere un’attività profittevole online è tutta un altra cosa.

Vorreste sapere come aprire e gestire un ecommerce in maniera intelligente? Ne ho parlato in questa puntata del podcast Ecommerce Masterclass.

#026: Perché NON dovreste vendere online.

Non si può trasformare qualunque attività in un ecommerce profittevole. Non tutto può essere venduto online. Vendere online non è per tutti. Si è così. Pensare che un negozio di quartiere, un negozietto di occhiali, per esempio,  può aprire un sito ecommerce e spaccare con la propria offerta è impensabile. Questa è la pura ignoranza digitale. 

Zappos, il famoso store di scarpe americano, fondato nel 1999, era il primo a vendere le scarpe online. Non esiste più il concetto di essere i primi a vendere qualcosa. Siamo nel 2021, ci sono migliaia di negozi che vendono le stesse identiche cose, c’è luxottica con la selezione di negozi online e tante altre marche o start up emergenti. 

Qualcuno mi dirà, ma io apro il negozio online e vendo ai miei clienti attuali. Ma i vostri clienti ne hanno bisogno? Perché dovrei comprare online e aspettare due giorni se posso uscire di casa e comprarlo subito? Guardate che anche il Covid finirà un giorno. Si comprerà sempre di più online ma ciò che posso comprare nel negozio qui sotto casa lo comprerò nel negozio. Aprire un sito ecommerce è facile, lo possono fare tutti. Vendere online, avere un’attività profittevole online è tutta un altra cosa. 

Sigla

Intanto vorrei ringraziare lo sponsor di questa puntata, packhelp. 

Su packhelp puoi acquistare gli imballaggi e scatole personalizzabili con il tuo design. Puoi ordinare anche le piccole quantità,  a partire dai 30 pezzi, caricare il tuo design o crearne uno nuovo direttamente in piattaforma e ricevere le tue scattole brandizzate entro 14 giorni. Non c’è una seconda chance per fare una buona prima impressione. Per ordinare le vostre scatole personalizzabili potete andare su 123ecommerce.net/packhelp 

Tutti i link elencati durante la puntata sono disponibili sul sito 123ecommerce.net, puntata numero 26.  

https://123ecommerce.net/packhelp

Torniamo al nostro argomento di oggi. Non tutto può essere venduto online. Adesso, c’è l’euforia dell’ecommerce. Tutti vogliono vendere online a tutti i costi. Ok, adesso siamo in zona rossa, i negozi sono chiusi, qualcuno vuole recuperare le vendite perse. Però attenzione, vendere online è una scelta, è un business da sviluppare da zero, con tanto di investimento, conoscenza e strategia. 

Ci sono alcuni casi in cui non dovreste vendere online. Ne sono convinta. 

Il primo, il negozio di quartiere può aprire un sito ecommerce ma non può competere con i grandi brand che sono presenti lì già da anni. Aprire un ecommerce è come aprire un negozio in una via sconosciuta dove nessuno passa. Dovresti far conoscere questa via alle persone e convincere di passare da li. Altrimenti è tutto invano. UN negozietto che si mette là a vendere le cose così è difficile che possa diventare un’attività profittevole senza una strategia chiara di business, senza una chiara strategia di vendita. 

Seconda cosa, avere un sito ecommerce è avere un costo. E un costo che se non è giustificabile con le entrate che porta non ha senso. Adesso finito il covid, la gente si tranquillizza un’attimo, a molte attività rimane solo un costo. Invece le altre che non hanno solo tappato il buco nel bilancio ma hanno approcciato l’ecommerce con una strategia chiara di business, hanno sviluppato una unique selling proposition, hanno valutato il panorama competitivo, i lati forti e deboli dei propri prodotti, sicuramente hanno delle buone probabilità di rimanere anche nel futuro. 

Quindi prima di avviare un’attività di vendita online serve una strategia chiara. Se hai un negozio fisico magari portare i tuoi prodotti online così come sono nel negozio non ha senso? Magari  bisogna ridurre il catalogo online a  10  prodotti, creare un ecommerce con le iscrizioni in abbonamento, offrire qualcosa che possa fare la differenza insomma.  

Quindi, se sei un negozio di quartiere, un artigiano o un commerciante e vuoi vendere online fatti due domande. Perché dovrebbero comprare da te? Come sei diverso dalla concorrenza? Sai, online la concorrenza è globale, se non sei il migliore, non sei nessuno. 

Prima avevo detto che un ecommerce è un costo. Si lo è. Magari non troppo alto, se non avete molti prodotti, ma lo è. Un sito che sta lì e non rende come dovrebbe è un costo. Se non avete i soldi da investire nel promuovere la vostra attività per fare l’advertising, costruire l’audience. Proprio è meglio lasciar  perdere. Aprire il negozio online e poi sperare che qualcosa succeda non ha senso. Non ascoltate chi vi dirà “Ma adesso facciamo le attività per generare il traffico organico (cioè gratuito)”.  Non, non esiste. Sono tutte bugie. Nessuna attività seria può sopravvivere sperando nel traffico organico. Il traffico organico può essere un'opzione ma non la unica opzione. Serve un piano di investimento concreto e di ritorno su investimento.  Quindi per riassumerò, se non avete il budget per adv lasciate perdere, non aprite niente. 

Se non avete una strategia chiara di business, di quello che volete fare, se non avete fatto un'analisi competitiva, se il vostro prodotto non risolve un problema o un bisogno,se non sapete chi sono i vostri clienti e come comunicare con loro, quanto costa comunicare con loro.  Fermatevi. Non fate niente. Non aprite un’attività di vendita online finché questa cose non vi saranno chiare. 

Per oggi è tutto. Vi aspetto settimana prossima. 

Non vi scordate di iscrivervi al podcast Ecommerce Masterclass per ricevere gli aggiornamenti sull’uscita delle nuove puntate e si vi piace quello che state ascoltando lasciatemi una recensione a 5 stelle su Apple Podcasts. 

Grazie, ciao ciao!

SPONSOR DI QUESTA PUNTATA

Iscriviti alla mia VIP list!

Piacere, sono Tatiana. Sono la host del podcast Ecommerce Masterclass e ogni settimana intervisto le persone interessanti che hanno raggiunto i successi particolari in questo ambito e condivido i miei consigli su come avviare e gestire un'attività ecommerce profittevole.

PODCAST

Ecommerce Masterclass su Facebook
Iscriviti ora alla nostra private lounge su Facebook dove Tatiana condivide altri contenuti premium su come gestire un'attività ecommerce profittevole.

PODCAST

Ecommerce Masterclass su Facebook
Iscriviti ora alla nostra private lounge su Facebook dove Tatiana condivide altri contenuti premium su come gestire un'attività ecommerce profittevole.

Shop

Business Plan

EARLY STAGE BUSINESS

Il 90% di progetti ecommerce fallisce perché non hanno una strategia. Grazie a questo business plan potrai partire alla grande. Ma non sarai da solo a capire che cosa ti serve per avviare un ecommerce profittevole. Acquistando questo business plan potrai partecipare ad un video workshop dove ti spiegherò passo-passo come preparare un business plan di successo.

Piano di Marketing Per 52 Settimane

EARLY STAGE BUSINESS

Tutto quello di qui hai sempre sognato è qui! Il piano di marketing pronto per te per l'anno intero. Questo template è previsto per le attività early stage e quelle che non si sono mai occupate seriamente del proprio marketing ed è diviso in quattro fasi: pre-launch, launch, accelerate. Inoltre potrai partecipare in un video workshop dove ti spiegherò passo-passo ogni singola attività da fare durante l'anno.

Shop

Business Plan

EARLY STAGE BUSINESS

Il 90% di progetti ecommerce fallisce perché non hanno una strategia. Grazie a questo business plan potrai partire alla grande. Ma non sarai da solo a capire che cosa ti serve per avviare un ecommerce profittevole. Acquistando questo business plan potrai partecipare ad un video workshop dove ti spiegherò passo-passo come preparare un business plan di successo.

Piano di Marketing Per 52 Settimane

EARLY STAGE BUSINESS

Tutto quello di qui hai sempre sognato è qui! Il piano di marketing pronto per te per l'anno intero. Questo template è previsto per le attività early stage e quelle che non si sono mai occupate seriamente del proprio marketing ed è diviso in quattro fasi: pre-launch, launch, accelerate. Inoltre potrai partecipare in un video workshop dove ti spiegherò passo-passo ogni singola attività da fare durante l'anno.

Recent Tweets

Newsletter

Sign-up to get the latest news and update information. Don't worry, we won't send spam!

[contact-form-7 id="3145" title="Sliding Bar Form"]
Go to Top